RSS

Anna Lisa

08 Nov

Sono giorni pesanti per me…
araba[1]Ho scritto del mio bisogno di fare uscire il dolore e la rabbia che a volte avvolgono il mio cuore.
Ieri sera raccontavo della giornata affettivamente importante vissuta insieme a mia figlia…
Stamattina prevale il malessere ma…. mi torna in mente Anna Lisa.
E non certamente per la prima volta.
Anna Lisa, la meravigliosa persona che mi ha insegnato a vivere ogni istante.
A vivere ogni istante senza “ l’attesa”, l’attesa di un cambiamento, l’attesa del cambiamento.
A vivere e basta!
Nei momenti in cui lo scoramento sovrasta mi ritornano in mente le sue parole, la sua ironia nel descrivere il dolore più profondo, la sua gioia nel proiettarsi nel futuro.
Un futuro senza confini: legato anche solo all’ora successiva.
Perché “quell’ora dopo” e’  progettabile e soprattutto degna di essere vissuta.
Anna Lisa, nel cuore sempre.
Anna Lisa, l’araba fenice che, come dice lei, significa “rinascita, il superamento delle difficoltà. L’araba fenice muore e rinasce ogni volta dalle sue ceneri”

Uno dei modi concreti per ricordarla, oltreilcancro, in accordo con la Mamy e Qualcuno, lo ha individuato nella costituzione di un’associazione di volontariato con lo scopo di raccogliere fondi da  erogare a studiosi  tramite una borsa di studio sul carcinoma mammario triplo negativo… la sua bestiaccia.
Su oltreilcancro verranno indicate le istruzioni per la raccolta fondi
.

Annunci
 
4 commenti

Pubblicato da su 8 novembre 2011 in Anna Lisa, Salute

 

Tag: ,

4 risposte a “Anna Lisa

  1. anonimo

    8 novembre 2011 at 11:38

    Grandissimi insegnamenti quelli di Anna Lisa, avremmo tutti voluto trarne linfa ancora per tanto e tanto tempo….. in certi giorni, poi, ci manca più che in altri e il pensiero per Lei è costante e, sì, doloroso.
    L'iniziativa di Oltreilcancro con Mamy e Qualcuno è notevole e avrà tantissime adesioni, un'ottima iniziativa, sicuramente.
    Forza Claudia….vedrai che risolvendo i problemi fisici (e Ti auguro prestissimo) anche il "resto" andrà un po meglio…
    Un abbraccio. Rita

    Mi piace

     
  2. anonimo

    14 novembre 2011 at 18:23

    Ciao Claudia…
    Solo per un caro saluto e per sapere se va un po meglio….
    Un abbraccio. Rita

    Mi piace

     
  3. anonimo

    16 novembre 2011 at 19:29

    E CRESCENDO IMPARI……. 

    E crescendo impari che la felicità non e' quella delle grandi cose.
    Non e' quella che si insegue a vent'anni, quando, come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi…
    La felicità non e' quella che affanosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente,…
    non e' quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che esplodono fuori con tuoni spettacolari…,
    la felicità non e' quella di grattacieli da scalare, di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.
    Crescendo impari che la felicità e' fatta di cose piccole ma preziose….
    …e impari che il profumo del caffe' al mattino e' un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità, che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve.
    E impari che la felicità e' fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi,
    e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto, che il profumo della primavera ti sveglia dall'inverno, e che sederti a leggere all'ombra di un albero rilassa e libera i pensieri.

    E impari che l'amore e' fatto di sensazioni delicate, di piccole scintille allo stomaco, di presenze vicine anche se lontane, e impari che il tempo si dilata e che quei 5 minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore,
    e impari che basta chiudere gli occhi, accendere i sensi, sfornellare in cucina, leggere una poesia, scrivere su un libro o guardare una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.

    E impari che sentire una voce al telefono, ricevere un messaggio inaspettato, sono piccolo attimi felici.
    E impari ad avere, nel cassetto e nel cuore, sogni piccoli ma preziosi.

    E impari che tenere in braccio un bimbo e' una deliziosa felicità.
    E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami…
    E impari che c'e' felicità anche in quella urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c'e' qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.

    E impari che nonostante le tue difese,
    nonostante il tuo volere o il tuo destino,
    in ogni gabbiano che vola c'e' nel cuore un piccolo-grande
    Jonathan Livingston.
    E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità. 

    Ciao Claudia è la prima volta che ti scrivo e per la prima volta ho pensato di dedicarti una poesia che ho trovato in internet.   Quando vivi intensamente i sentimenti che ti scuotono nel profondo non ti accorgi di quello che hai intorno, che non si èperde niente ma anzi si guadagna, che dietro al dolore c'è la gioia più intensa e vera. Annina ce l'ha insegnato perfettamente. Un abbraccio cara passerò presto a trovarti. Raffaella

    Mi piace

     
  4. timenn

    18 novembre 2011 at 21:44

    @grazie Rita per il tuo affetto e la tua vicinanza.
    @Raffaella, non avresti potuto dediacarmi parole più efficaci. Ogni tanto le rileggo perchè "fanno bene al cuore" e soprattutto indicano una via. Grazie.

    Mi piace

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: