RSS

Bianco su nero

11 Feb
Bianco su nero

Oggi racconto di uno straordinario  libro appena finito di leggere “Bianco su nero” di Ruben Gallego.

Ruben, un bambino  con un gravissimo handicap – muove solo due dita -ma con capacità intellettuali integre.

Mi ha colpito visceralmente per la durezza delle situazioni psicologiche e fisiche e per la leggerezza con cui le stesse vengono descritte.

Senza un filo di pietismo.

Lirica pura.

Ruben si narra descrivendo la sua vita, in Russia, una volta allontanato dalla madre tra orfanotrofi, ospedali e ospizi (temuti e odiati perchè, lì, si va a morire).  Fintanto che non riesce a scappare, a ritrovare la madre e a costruirsi una famiglia e un ruolo nella società.

Una storia, nel  finale,  solo intuita e accennata. Tutto il racconto si snoda tra la vita di Ruben bambino e Ruben adolescente.

Sono un eroe. E’ facile essere un eroe. Se non hai le braccia o le gambe, o sei un eroe o sei morto. Se non hai i genitori, fa affidamento su braccia e gambe. E sii un eroe. Se non hai né le braccia né le gambe e hai anche pensato bene di restare solo al mondo, è fatta. Sei condannato a essere un eroe sino alla fine dei tuoi giorni. O a crepare. Io sono un eroe. Non ho altra scelta.”

Parole da cui attingere a piene mani, parole come pietre, parole con cui misurarsi quotidianamente.

Che portano a riflettere sulla forza degli individui e sulla forza che i bambini posseggono.

E, a proposito della forza dei bambini,  vi segnalo che il 17 e 18 febbraio la FIAGOP onlus (Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica) organizza a Roma la “X giornata mondiale contro il Cancro Infantile“.
Dal 3 al 20 febbraio  sarà infatti possibile donare 1 euro con un sms al n. 45593 e/o 2 euro da rete fissa per finanziare il progetto “Supporto Psiconcologico in Pediatria – Sostieni i bambini e gli adolescenti colpiti da tumore e le loro famiglie”..

Le parole di Ruben: scrivo della forza fisica e spirituale. Della forza che è in ciascuno di noi. Della forza che supera qualunque barriera e vince. Ogni mia storia è il racconto di una vittoria

 

Annunci
 
5 commenti

Pubblicato da su 11 febbraio 2012 in Bambini, cancro, famiglia, Handicap, Salute

 

Tag: ,

5 risposte a “Bianco su nero

  1. Rosie

    13 febbraio 2012 at 16:52

    Dev’essere molto bello questo libro, grazie per averlo segnalato…

    Mi piace

     
  2. TIMENN

    14 febbraio 2012 at 1:12

    Si, un libro davvero crudo ma bellissimo. Autobiografico e con descrizioni, come dicevo, liriche, nella loro crudezza. Senza alcun pietismo.

    Mi piace

     
  3. rita

    14 febbraio 2012 at 11:23

    Preso buona nota. Se in questa “desolandia libraria” che è la mia città, lo riesco a trovare, lo metto subito tra quelli da leggere…lo ammetto, sono un po indietro con le letture, ma il tempo è “infinitamente” tiranno. Un abbraccio cara

    Mi piace

     
  4. TIMENN

    14 febbraio 2012 at 15:07

    Rita grazie delle tua vicinanza. Un saluto affettuoso

    Mi piace

     
  5. flyleaf

    16 febbraio 2012 at 16:58

    Ciao Timenn, non ho letto il libro e conoscendomi penso non lo leggerò, ma grazie per avere segnalato , tramite Bianco su Nero che uno può decidere di rimanere fra i tanti, dalla storia sconosciuti, ma può anche decidere che un destino si può spezzare. Un’abbraccio Flyleaf

    Mi piace

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: