RSS

E intanto il tempo se ne va

18 Lug

Il tempo passa e se ne va…. sono le parole di una vecchia canzone. Me le dedico!

Ho fatto l’esame del doppio palloncino con qualche problema (e non potevo farmeli mancare no?) senza avere.. ancora… un chiarimento rispetto alla mia patologia. Lo strumento fino a 95 cm ha valicato.. senza però potere arrivare alla seconda anastomosi… E ora? Ora la mano al gastroenterologo di Bologna che sta consultando specialisti. Intanto io continuo ad avere coliche. Uffa uffa uffa.

Con armi e bagagli sono andata al mare e da lì attendo istruzioni. Ci sono giorni sereni e giorni di rabbia. E ben venga la rabbia perchè a volte vengo colta da un dolore così sordo e profondo che mi spaventa.

Devo reagire.

 

Annunci
 
6 commenti

Pubblicato da su 18 luglio 2012 in cancro, Salute, Speranze

 

6 risposte a “E intanto il tempo se ne va

  1. Giulia

    19 luglio 2012 at 10:29

    Sono contentissima di rileggerti:-)
    Io spero davvero tanto che gli esami che hai fatto e che farai possano scoprire la causa dei tuoi fastidi e provi rimedio!Nell’attesa che si scopra qualcosa, cerca di goderti il mare e di rilassarti ma, se ti capita di arrabbiarti…ben venga!E’ umano ed è comunque una reazione forte che, a volte, ci vuole 🙂
    Un abbraccio.

    Mi piace

     
    • timenn

      4 agosto 2012 at 15:52

      Grazie delle tue parole giulia, sei davevro cara

      Mi piace

       
  2. rita

    19 luglio 2012 at 14:31

    nella canzone, quella di Celentano (che non so sia la stessa cui fai riferimento Tu…) il tempo che se ne va, porta via l’età della “fanciullezza” per lasciar posto a quella adulta…..
    A prescindere dalla canzone, spero che “questo tempo” di coliche e disturbi alimentari, con tutti gli annessi econnessi….”se ne vada” quanto prima, per lasciare il posto, finalmente, ad un minimo di tranquillità e “normalità”.
    Cerchiamo di rimanere fiduciosi in questo medico ed in tutti gli specialisti che riterrà di consultare…purchè facciano relativamente in fretta, che la nostra Claudia ha già dato tanto e ora si merita un po’ di tregua…..Goditi il mare, per quanto Ti è possibile….un bacione cara

    Mi piace

     
  3. ziacris1

    19 luglio 2012 at 14:39

    la rabbia fa parte del nostro bagaglio, ci fa apprezzare meglio quando arrivano i moment sereni

    Mi piace

     
  4. rosa

    20 luglio 2012 at 9:24

    Carissima, reagisci. Insegno in un istituto comprensivo e a scuola, quando si lavora, ci sono anche problemi logistici. Ho attivato una grande campagna per migliorare la legge 104 del 1992. Ciao e un abbraccio.

    Mi piace

     
  5. Elisa

    4 agosto 2012 at 9:06

    ciao, ho trovato la tua storia su un blog che raccoglieva tutte le esperienze dei malati di cancro, e la tua esperienza è quella + simile alla situazione che sto vivendo a casa. Ho 22 anni, pensavo di avere una vita noiosa fino a quando non si è ammalata mia madre, il senso dei mie giorni…si è operata ad ottobre x adenocarcinoma gastrico avanzato…ha fatto le chemio fino a 2 mesi fa e sembrava che tutto stesse andando per il meglio, tac pulite, valori bassi…15 giorni fa ecografia addominale di controllo..tutto ok! penso “wow”, poi ritiriamo le analisi del sangue e il marker era 514…mi informo e leggo che possono variare per infiammazioni e alla fine mi convinco che è per quello che si è alzato..infondo la tac e l’eco erano pulite. l’oncologo cmq ci prescrive una tac per essere certi che non ci sia niente. il 1 agosto, ovvero 4 giorni fa, facciamo la tac. il dottore-tecnico che l’altra volta ci aveva fatto un sorrisone e ci aveva detto “tutto ok!è una bella tac”…questa volta ci chiama dentro e dice “la malattia è tornata”. io non ero presente. c’erano solo i miei. questo dottore non ha parlato molto ha parlato però di microcellule e forse di linfonodi, i miei erano parecchio confusi. mercoledì abbiamo la visita dall’oncologo e ci dirà se sarà possibile fare qualcosa o dobbiamo prepararci al peggio. non sappiamo nulla su questo “ritorno” e la cosa mi spaventa…e mi spaventa ancor di + l’avvicinarsi della visita, come se potrebbe tagliare le gambe alle speranze… spero che anche mia madre abbia la possibilità di uscirne…
    intanto..un grosso in bocca al lupo!

    Mi piace

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: