RSS

Mare e decisioni

23 Lug

Sono al mare… Maria e Giorgio a Ferrara… e io qui, con Max.

Adoro il mare.

Adoro il sole sulla pelle, adoro i piedi sul bagnasciuga…

Adoro il mare!!!

Felice? Mica tanto…

Davanti a me un invitante piatto con zucchine al vapore (in poltiglia ma molto saporite) ricoperte con il formaggio che con il calore si è sciolto… Una meraviglia: saporito e “cremoso”.

Il primo boccone scende quasi normalmente il secondo con maggiore difficoltà… con il terzo sto combattendo. Salire o scendere? Intanto il mio monconcino si  dibatte e fa male. Allora accendo il pc e aspetto ….

Uffa…

Riguardo le mie zucchine e mi assale la solita domanda: perché?

Ho fatto un numero improponibile di dilatazioni.. senza avere grandi risultati. Due settimane fa l’ennesima brutta e inaspettata notizia.

Vado al S. Orsola di Bologna, dal mio gastroenterologo, nonché angelo custode. Arrivo e lo trovo ad attendermi all’ingresso. Insieme andiamo nel reparto dove fanno le dilatazioni. Attendo e con la solita apprensione cerco di convincermi che non sentirò nulla e che non ci sono pericoli.

Solite domande di rito, mi svesto, do il braccio e comincio a sentire il torpore… e nulla più… Che strano…

E infatti NON MI HANNO FATTO LA DILATAZIONE. Il mio moncone è diventato duro come il cemento e quindi le tecniche in uso non servono più a nulla. Parole testuali.

La lacrima è scesa… impossibile trattenerla.

Ricordo bene che a gennaio quando mi sono operata e il chirurgo ha cercato di rimuovere il moncone… ha deciso che era troppo rischioso procedere.. Allora????????

Allora, la proposta è stata quella di entrare, per via endoscopica, tagliare in quattro, cinque punti il moncone e solo in quel momento provare a dilatare. Ovviamente con ricovero ospedaliero.

Ci sto pensando.

Mi hanno detto di farla quando mi sento pronta… il che vuol dire … quando non ne potrò più di stare male volta che mangio anche il banale omogeneizzato o le appetitose zucchine…

Perché, perché, perché….

Annunci
 
5 commenti

Pubblicato da su 23 luglio 2013 in Aspetttive, cancro, Dilatazione, Handicap, Salute

 

5 risposte a “Mare e decisioni

  1. rita

    26 luglio 2013 at 14:09

    ops…passare di qui e scoprie che il mio commento è sparito: chissà cosa avrò combinato!

    Che dire Claudia: quando ho letto di dilatazioni, quando ho letto di intervento ho sempre pensato e più che altro sperato: “sì, questa è la volta buona….” e invece, a distanza di tempo, ancora qui a leggere di difficoltà, grosse, a nutrirsi…

    Quando sarai pronta: solo Tu potrai sapere quando. Certo che la decisione sarebbe più facile, probabilmente, se Ti venisse detta la parola magica “risolutiva”…o, per lo meno, “molto migliorativa”…

    Spero che questi giorni al mare, che tanto ti piace, ti portino un pochino di pace e ti aiutino, chissà, a decidere il da farsi.

    Io Ti posso solo mandare un abbraccio forte e amichevole

    Mi piace

     
    • timenn

      31 luglio 2013 at 13:06

      Dolcissima Rita, sono così arrabbiata—

      Mi piace

       
  2. timenn

    27 luglio 2013 at 6:44

    Rita grazie, mi dico che devo decidere” ma in realtà non devo decidere nulla. E’ da fare e basta. Così è troppo faticoso doloroso

    Mi piace

     
  3. Widepeak

    28 luglio 2013 at 13:17

    Ma che cavolo però: solidale col cuore ma rabbiosamente impotente 😦

    Mi piace

     
  4. timenn

    30 luglio 2013 at 19:33

    Wide…. il tuo cuore è preziosissmo. Un abbraccio

    Mi piace

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: