RSS

Archivi categoria: Anna Lisa

Un aiuto dal cielo

    Da diversi giorni è uscito il libro e da diversi giorni pensavo di acquistarlo. Ma fino ad ora non mi sono sentita. Non è stato facile. Non è  facile.

Oggi.. apparentemente senza motivazione… ho avvertito che  il giorno giusto era arrivato e sono entrata in libreria, da Melbook. L’ho chiesto, la commessa dopo aver guardato nel pc… mi ha indicato il settore e .. magia… è comparso nelle mie mani.. L’ho comprato e gelosamente riposto nella borsa.

Sono entrata in libreria con un’amica. Un’amica conosciuta relativamente da poco… ma divenuta importante, molto,  che è riuscita, con la sua sensibilità ad arrivare al mio cuore.. e lì rimasta.

Dopo aver acquistato il libro io e Antonella continuiamo a discorrere e il nostro “parlare” mi toglie un po’ di quel peso che  oggi, dalle 13,  sento dentro. Alle 13 infatti sono andata, per un consulto, da un chirurgo, per cercare di capire che fare di questo misero tubino di 4 cm, con larghezza 8 mm, in  cui cerca di passare  il mio cibo e che dovrebbe vicariare il mio stomaco. Dapprima  il chirurgo, alla lettura dei miei esami resta incredulo … poi indubbiamente il suo consiglio è di togliere “quel” pezzo. E di sostituirlo con uno idoneo!!!!!!!!

A dire la verità sono 4 anni che convivo con il dolore dell’alimentarmi attendendo un non meglio specificato “adattamento”.. e… pur di non farmi rioperare avrei continuato così ancora per tanto tempo ma nell’ultima settimana è diventato davvero insostenibile mangiare.  Ogni volta che introduco cibo,  il dolore, al passaggio, è violentissimo. Poi passa… ma per 20, 30 minuti non riesco a respirare… E in quei momenti la rabbia mi assale, così come l’inutile voglia della MIA vita di allora.

E parlare con la mia amica mi ha fatto considerare i vantaggi che avrei se mi sottoponessi ad un nuovo intervento ..che dovrebbe sanare l’anomala situazione. Con questo animo sono andata, come dicevo,  dopo diversi giorni,  ad acquistare il libro di Anna Lisa.

Ho salutato A. e sono salita in auto.

Non ce l’ho fatta ad arrivare a casa… appena chiusa la portiera, complice il silenzio del giovedì pomeriggio (a Ferrara i negozi sono chiusi), ho aperto la prima pagina dicendomi che avrei dato SOLO un’occhiata veloce alla prefazione.. per leggere poi con calma a casa. Rimandando così al dopo cena,  la lettura di Anna Lisa.

Beh, dalla prima pagina è seguita la seconda… e così via… fino alla pagina 41.. quando Anna Lisa racconta dell'”acchiappo” che ha avuto nella sala della chemioterapia.. La luce del giorno ha lasciato silenziosamente posto alla sera, al buio, e solo il buio mi ha fatto mettere in moto l’auto e partire per tornare a casa.

Che emozione, ho ripercorso con grande struggimento tutti i momenti vissuti leggendoLa sul blog, tutte le sensazioni provate: la gioia, il dolore, la rabbia, la speranza… Quanto mi manca leggere di lei. Quanto manca LEI. Quanto mi addolora sapere che la sua forza, la sua tenacia, la sua volontà non sono  riuscite a combattere questo mostro che  si appropria delle nostre vite.

Ora io mi sono chiesta, come mai.. proprio oggi… mi son sentita di leggerla? La risposta è forse semplice, perchè, come tante volte, nei momenti più duri,  ho pensato alla sua tenacia, alla sua  forza, alla sua ironia,  nell’affrontare il dolore quotidiano, nel progettare la ViTA, fosse anche legata all’oggi. Egoismo, il mio?.. non so. Certo è che conoscere Anna Lisa ha arrichito la vita di tutti e di questo le sono grata. Il libro ne prolunga la presenza “fisica”, così come il blog, al quale accedo ogni tanto. Grazie Anna Lisa, grazie

Rimane perciò importante investire nella ricerca, l’unico strumento che ci rimane per combattere “le bestiacce” come direbbe Anna Lisa

Annunci
 

Raccolta fondi… resoconto

Un po’ più stralunata del solito ( per la stanchezza) … vi racconto della serata di ieri..

Come ho detto alla giornalista di TELESTENSE, Ferrara, se la chiami… risponde! Ed effettivamente le sale del Circolo dei Negozianti, luogo dove si è svolto il burraco di beneficenza, come raccolta fondi per l’Associazione Annastaccatolisa, ERA PIENO PIENO PIENO…. 112 persone sedute a giocare e 5 di noi a … girare. E che “noi”… Caterina, Alessandra, io… e…. MILVA e Joanna… Che gioia averle conosciute!!!!!

In diversi hanno chiesto notizie dell’Associazione, sia prima (soprattutto) sia durante la serata.

E questa forse è stata la cosa che maggiormente mi ha reso felice… far conoscere Anna Lisa a chi non la conosceva…

Se penso a tutte le volte che accendevo il pc per avere sue notizie… per sentirla…

Beh, ora anche Ferrara, conosce un pochino di più la meravigliosa persona che è stata.

Quando sarò un pochino più lucidina ( ci sarò?)  dettagleirò meglio e metterò le foto.

Intanto oggi faccio il bonifico.. e questo è il vero obbiettivo: FARE RICERCA!!!

 

 

 
10 commenti

Pubblicato da su 7 marzo 2012 in Amicizia, Anna Lisa, blog terapia, Raccolta fondi, Ricerca

 

Raccolta fondi

   Ecco.. terminato il capitolo compleanno.. scrivo di una inizativa alla quale mi sto dedicando.

Raccogliere qualche soldino per l’Associazione Anna staccatoLisa.

– Perchè il sorriso di Anna Lisa rimanga nel cuore di ognuno di noi che l’ha conosciuta, anche “solo” virtualmente.

– Per dire grazie ad Anna Lisa per l’aiuto, che  sue parole che raccontavano  la sua vita,  hanno portato nella Vita di tanti (della mia sicuramente)

– Perchè il messaggio di speranza e l’esempio di vivere intensamente – che ha contraddistinto la vita di Anna Lisa – diventi pensiero integrante di molti.

– Perchè ci sia la possibilità, sempre più concreta, tramite la ricerca, di avere strumenti idonei per contrastare tumori OGGI refrattari alle terapie.

Questi i motivi per cui con le mie amiche, da giorni, dopo aver trovato la disponibilità del Circolo dei Negozianti di Ferrara, stiamo oragnizzando, per il giorno 6 marzo, alle ore  20,45,  un burraco, come raccolta fondi,  a favore dell’associazione Anna staccato Lisa.

Sarà anche l’occasione per incontrare amiche di Oltreilcancro… Un sogno.

Beh… il post sarà anche su FB cosi, oltre alle telefonate fatte e al comunicato stampa che uscirà a ridosso del 6… non ci saranno scuse per non partecipare…

Una nota simpatica: qualche conoscente che non gioca mi ha detto: non gioco ma verrò, vi vedrò, ascolterò Milva e darò un contributo… non male no?

 

 
5 commenti

Pubblicato da su 26 febbraio 2012 in Amicizia, Anna Lisa, cancro, Ricerca

 

Si parla di Oltreilcancro

Per me una novità….

Tempo fa una Persona a me molto cara mi chiese se volevo entrare nel mondo dei cancer blogger… e  specificatamente nel progetto Oltreilcancro. Ne fui onorata ovviamente.

Lo chiamo progetto perché secondo me ha dignità ad essere chiamato Progetto ed è stata davvero una brillante intuizione.

Per chi ci scrive e per chi legge.

Ho già avuto modo di dichiarare quanto sia stato e sia importante, per me, scrivere e non sentirmi sola di fronte a certe emozioni.

Ho  conosciuto, anche se solo virtualmente,  persone davvero speciali..

Qualche settimana fa abbiamo ricevuto la richiesta di una intervista da parte di Viviana Daloisio,  giornalista de “L’Avvenire”, da inserire  nell’inserto “Noi genitori e figli”.

L’ articolo  è venuto davvero bene, mi è piaciuto molto per la sensibilità con cui è stato trattato l’argomento.

Penso si sia compreso il bisogno di scrivere e la necessità di ritrovarsi negli altri.

Un occhiello speciale per Anna Lisa e la Fondazione.

Non voglio essere banale ma da quest’accidenti di schifosa malattia sono nate alcune cose buone.

Oltreilcancro è una di quelle.

 

 
12 commenti

Pubblicato da su 2 febbraio 2012 in Anna Lisa, cancro, famiglia, Salute

 

Progetti

L’autocontrollo che hai di giorno… come si sa … di notte sparisce… ed eccomi qui, alle 4,21 a “ragionare”.

Facile, vero, ragionare?

Ho fatto la visita dal prof. Amadori che, rassicurante come al solito, mi ha detto che di pet ORA non ne vede la necessità. A maggio si rifà tutto e poi vediamo. Marcatore, si, positivo ma blandamente positivo.

Come sono uscita contenta dal suo ambulatorio……

Ora, a distanza di giorni, mi assale a tradimento la consapevolezza di non essere stata promossa ma semplicemente rimandata..

Mi deve bastare… cosi ho tempo di organizzare un SUPER BURRACO per Anna Lisa e … il mio compleanno che, come sanno gli amici, per me, adolescenzialmente, è da sempre festa nazionale.

E speriamo di trovare la giusta pace in modo da fare venire mattina serenamente e che la tisana “rilassante” non menta sulla propria mission..

 

 

 
10 commenti

Pubblicato da su 19 gennaio 2012 in Anna Lisa, Medici, Paura, Riflessioni

 

Diventare grande

Quando mi sono accorta di essere diventata adulta?
Quando ho fatto il primo viaggio da sola?
Quando ho varcato la soglia di una scuola, da insegnante?
Quando mi sono sposata?
Quando è nata mia figlia?
No.
Quando è mancato mio padre.
Nove anni fa.
Solo allora mi sono accorta di essere diventata GRANDE.
La considerazione nasce da fatto che ieri sera ho provato, e non è la prima volta, il desiderio struggente di essere ancora “piccola”, di trovare conforto e certezza nelle parole e nell’abbraccio dei grandi…. Nel “bacio magico”  che fa sparire tutto.
E invece no.
Sono io la grande.
Una grande, o meglio, adulta, che in questo momento di certezze ne ha proprio poche.
Il desiderio di andare da mio padre, come facevo, e di chiedere “perchè?” e avere una risposta soddisfacente e soprattutto rassicurante è davvero forte ma… la retorica, e non solo,  mi fa dire che questo è il prezzo del crescere e dell’andare avanti..
Sissssì, andare avanti!
Dai Claudia, starai meglio, mangerai con meno dolore e smetterai di avere svenimenti..
Quanto mi manca non potere leggere le parole di Anna Lisa.. incredibile per me  che non  la conoscevo neppure di persona…
Però mi manca. Tanto.

 
9 commenti

Pubblicato da su 24 novembre 2011 in Anna Lisa, famiglia

 

Tag: ,

Anna Lisa

Sono giorni pesanti per me…
araba[1]Ho scritto del mio bisogno di fare uscire il dolore e la rabbia che a volte avvolgono il mio cuore.
Ieri sera raccontavo della giornata affettivamente importante vissuta insieme a mia figlia…
Stamattina prevale il malessere ma…. mi torna in mente Anna Lisa.
E non certamente per la prima volta.
Anna Lisa, la meravigliosa persona che mi ha insegnato a vivere ogni istante.
A vivere ogni istante senza “ l’attesa”, l’attesa di un cambiamento, l’attesa del cambiamento.
A vivere e basta!
Nei momenti in cui lo scoramento sovrasta mi ritornano in mente le sue parole, la sua ironia nel descrivere il dolore più profondo, la sua gioia nel proiettarsi nel futuro.
Un futuro senza confini: legato anche solo all’ora successiva.
Perché “quell’ora dopo” e’  progettabile e soprattutto degna di essere vissuta.
Anna Lisa, nel cuore sempre.
Anna Lisa, l’araba fenice che, come dice lei, significa “rinascita, il superamento delle difficoltà. L’araba fenice muore e rinasce ogni volta dalle sue ceneri”

Uno dei modi concreti per ricordarla, oltreilcancro, in accordo con la Mamy e Qualcuno, lo ha individuato nella costituzione di un’associazione di volontariato con lo scopo di raccogliere fondi da  erogare a studiosi  tramite una borsa di studio sul carcinoma mammario triplo negativo… la sua bestiaccia.
Su oltreilcancro verranno indicate le istruzioni per la raccolta fondi
.

 
4 commenti

Pubblicato da su 8 novembre 2011 in Anna Lisa, Salute

 

Tag: ,